Garzetta

Alt text

 mar 05, 2014 - Uccelli, Vertebrati, Zoologia

Garzetta Egretta garzetta
Phylum: Chordata
Classe: Aves
Ordine: Ciconiiformes
Famiglia: Ardeidae
Areale di distribuzione:

Specie ampiamente diffusa nell’Europa centro-meridionale. Dagli anni ottanta la popolazione nidificante in Italia è cresciuta da 7000 a 28000 coppie. In Sardegna sono presenti colonie di piccole dimensioni in prevalenza lungo le zone umide costiere del Cagliaritano.

Identificazione:

Sessi simili. Ardeide lungo circa 56 cm. con un’apertura alare di 88-100 cm, raggiunge il peso di 400-700 gr. circa. Presenta un piumaggio bianco, il becco scuro e sottile, zampe scure e dita gialle. Durante il periodo riproduttivo sul capo, sul petto e nella regione scapolare compaiono alcune penne ornamentali, candide e lunghe.

Habitat ed ecologia:

Frequenta zone umide, risaie, canali di scolo, fiumi, torrenti, con acqua sia dolce che salmastra. Si nutre principalmente di piccoli pesci, rane e girini, piccole lumache, gamberi, molluschi, larve di insetti acquatici. Specie attiva durante le ore diurne.

Riproduzione:

Nidifica in colonie preferibilmente in ambienti umide con densa copertura arborea, spesso in compagnia di altri Aironi e altri uccelli acquatici, principalmente sugli alberi, anche se si sono registrati casi nelle paludi, sui cespugli e negli acquitrini. Si riproduce generalmente tra aprile e maggio, con picco in maggio-giugno. Costruisce grandi nidi con rami secchi e canne dove vengono deposte circa quattro uova. A circa 40 giorni d’età i giovani diventano indipendenti.

Fattori di minaccia:

Riduzione e alterazione degli habitat, inquinamento.

Status di conservazione:

Specie rara a livello regionale, non minacciata a livello nazionale ed europeo.

Grado di protezione:

Convenzione di Berna, All. II; DIR. CEE 409/79, All. I; L.R.23/98.