Riccio edule

Riccio edule : Paracentrotus lividus

Phylum : Echinodermata

Classe :  Echinoidea

Ordine : Diadematoidi

Famiglia : Echinidae

 

Dove trovarlo: Mediterraneo , Atlantico orientale dalla Scozia al Rio de Oro, alle Canarie. Fondali rocciosi coperti da alghe, fondali sabbiosi a coralline e fra le Posidonie. Da 0 a 80 m di profondità.

Come riconoscerlo: guscio leggermente depresso con piastre ambulacrali con 5 paia di pori e un tubercolo primario ciascuna. Aculei poco fitti , ma robusti e acuti. Colorazione variabile : rossastra, bruna, violacea, verde. Raggiunge i 7-8 cm di diametro.

Biologia:  specie poco amante della luce, vive spesso in anfratti e buche nella roccia ed è solita ricoprirsi durante il giorno di alghe, detriti e conchiglie, che trattiene tramite i pedicelli. Spesso confuso con gli esemplari femmina di Arbacia lixula a causa della loro somiglianza e soprattutto dalla presenza di gonadi commestibili e prelibate, denominate comunemente “uova di riccio”. Esercita una certa azione abrasiva sulle roccie.

Alt text